+39 039 9467662

andamento noleggio a lungo termine 2017
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Andamento Noleggio a lungo termine 2017 rallenta il ritmo ma non si ferma

Andamento Noleggio a Lungo Termine 2017: una panoramica


Il noleggio a lungo termine nel III trimestre continua a crescere ma rallenta il ritmo. Il noleggio a breve aumenta le immatricolazioni ma decisiva risulta la pressione dei Costruttori.

Il NLT – noleggio a lungo termine registra un andamento positivo. Secondo i dati di Dataforce (link https://dataforce.it/2017/10/17/il-noleggio-a-lungo-e-breve-termine-a-settembre-2017-ald-leader-lungo-breve-cresce-con-forzature/), al termine del III trimestre, sono state immatricolate 224.920 veicoli da inizio anno contro i 202.406 del periodo corrispondente nel 2016 segnando quindi un incremento del 11,11 %.
Al termine dei primi 2 trimestri del 2017, la tendenza era di un crescita del 19,38%. Assistiamo, pertanto, a un rallentamento di crescita del comparto, pur mantenendo positivo il trend.
Il rallentamento è testimoniato anche dal confronto fra Settembre 2016 e Settembre 2017 dove, con 26.637 veicoli immatricolati, la crescita registrata è del 3,20%.

Rallentano di poco i big; ora rappresentano il 73,90% del mercato Noleggio a lungo termine

A differenza dei trimestri scorsi, assistiamo al sorpasso di ALD su Leasys. Il market share si presenta con ALD al 21,8%, Leasys al 20,8%, Arval al 17,2% e Leaseplan al 13,9%. I primi 4 operatori detengono il 73,90% contro il 76,30% registrato nel primo trimestre 2017.
Se analizziamo nel dettaglio a rallentare sono Leasys -1,5% e soprattutto Arval -4,3%, mentre ALD ha confermato con costanza la sua crescita registrando un +2,7.
In generale nel noleggio a lungo termine assistiamo a un mutamento fra i diversi operatori. Se analizziamo la flotta anno su anno vediamo come Leasys abbia, sino a ad oggi, variato di poco la propria flotta con +3,8%. Arval ha diminuito consistentemente le immatricolazioni con -11,00%. ALD, invece, ha decisamente investito aumentandola del 27,1%. Ciò però che fa impressione sono gli incrementi di flotta di aziende nei segmenti inferiori. Addirittura Renault aumenta del 105,5%, SIFA del 107,30% e PSA del 248,20%.
Per PSA possiamo notare come l’incremento indichi una mossa a livello commerciale e di investimento nel noleggio a lungo termine. La flotta per i primi 9 mesi nel 2016 era di 749 contro 2608 dello stesso periodo nel 2017.

Condividi questo articolo

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Chiedi un preventivo gratuito

Per essere contattato dai nostri esperti e ricevere un’offerta su misura.

back_to_top